About Us
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipi Suspendisse ultrices hendrerit nunc vitae vel a sodales. Ac lectus vel risus suscipit venenatis. Morbi dignissim mi non dui phaedrum ullamcorper.

Hirtenstraße 19, 10178 Berlin, Germany

+49 30 24041420

ouroffice@any.com

Follow Us

info@comunica-srls.it  –  049 940 2722

Google First Mobile Indexing, cos’è e cosa porterà

google mobile first index

Google First Mobile Indexing, cos’è e cosa porterà

Dopo quasi un anno di test e prove, Google ha determinato un nuovo tipo di indicizzazione dei risultati: il Google First Mobile Indexing.

Questa nuova modalità si è sviluppata partendo dal fatto che la ricerca tramite smartphone sta crescendo a dismisura. Dal 2018 Google ha pensato che bisognasse adattare la composizione dell’indice dei risultati SERP anche per la versione mobile.

L’anno scorso si trattava di una novità ancora in fase di rollout e ci si aspettava che la nuova indicizzazione avesse una notevole rilevanza sui posizionamento dei contenuti, sugli aspetti del Web design e della SEO.

Ma che cos’è la Mobile First Index? Nell’ottobre del 2016, Google ha comunicato la sua intenzione a rivoluzionare i risultati delle ricerche che compongono la SERP  sia per la versione mobile che PC desktop. In poche parole, Google inizierà a privileggiare i cosiddetti siti mobile friendly rispetto siti desktop che rendono piu difficile la navigazione da mobile, in termini di User Friendly.

Ma cosa cambierà Google First Mobile Indexing rispetto a prima?

Da ora in poi, per essere indicizzati per primi nelle ricerche di google non occorrerà solo avere una pagine mobile friendly ma dovrà essere un sito mobile first, dunque, i siti dovranno essere sviluppati in primis per essere fruiti tramite mobile e in secondo luogo tramite desktop. Infatti dal blog di google, viene scritto che l’obbiettivo principale sarà quello di andare incontro alle nuove esigenze di navigazione, ossia da mobile.

E cosa faremo con il nostro sito Responsive?

Per questo non cambia di molto, non dovrai modificare totalmente il lavoro fatto fino ad adesso. Potreste invece, modificare e adattare pochi ed efficaci accorgimenti. Per esempio:

  • La velocità: se il tuo sito è lento a caricarsi, sarà necessario analizzare e debellare i contenuti e i fattori che lo provocano. Anche perché la maggior parte degli utenti abbandonano il tuo sito dopo poco meno 10 secondi di attesa.
  • Un sito responsive deve essere anche design responsive. E’ importante che il sito non sia solo bello da vedere, ma anche facile da navigare. Per questo motivo deve esserci una cura meticolosa nell’usabilità del tuo website. In poche parole deve risultare intuitivo.

Non si tratta solo di avere un sito responsive ma di di affidarsi alle propria agenzia per creare dei siti web che siano più efficaci nella visualizzazione da smartphone. Più il design e la velocità del caricamento del sito saranno efficaci, più Google ti aiuterà nella scalata del ranking di ricerca.

Essere visualizzati nel world wide web è difficile ma se vengono utilizzati ad hoc gli strumenti che ci danno in dotazione, tutto girerà a nostro favore.

Se desideri saperne di più, contattaci senza impegno. Tutto lo staff di Comunica vi risponderà alle vostre curiosità.

No Comments

Post a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi