About Us
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipi Suspendisse ultrices hendrerit nunc vitae vel a sodales. Ac lectus vel risus suscipit venenatis. Morbi dignissim mi non dui phaedrum ullamcorper.

Hirtenstraße 19, 10178 Berlin, Germany

+49 30 24041420

ouroffice@any.com

Follow Us

info@comunica-srls.it  –  049 940 2722

Author: Social

PAOLA BIASIO

Paola Biasio, è nata a Vicenza  il 19.02.1966, vive a Torri di Quartesolo (Vi),  svolge la sua attività in qualità di  Agente di commercio e Life Parents, Business Coach, www.paolabiasio.it. Da alcuni anni è nata una nuova passione per la Moda e lo Spettacolo, ha frequentato alcune lezioni presso la Scuola di Portamento e Bon Ton di Dina Mazzucato Schiller a Padova, migliorando il portamento e costruendo il proprio stile personale, posa fotografica, dizione e presenza in pubblico, tutte acquisizioni utilissime per sentirsi padroni della scena, in qualsiasi situazione! A breve, Paola sarà speaker in Radio, autrice di una rubrica dedicata alle donne ma il suo sogno è fare la presentatrice in TV. Per ora ha già avuto molte soddisfazioni anche come modella in sfilate di Moda, sicuramente tutte queste nuove esperienze le stanno regalando nuova energia e grinta!...

OTTOBRE: tendenze d’AUTUNNO!

Cari amici di People Magazine, questo mese è dedicato alle ultime tendenze Moda!   LA CAPPA, decisamente femminile, stilosa e molto scenografica, torna in varie lunghezze e multi materiali, perfetta se indossata su gonne o pantaloni, a seconda della lunghezza può diventare sportiva oppure elegante, sceglietela come Novità nei colori che preferite, io la propongo in versione piumino colore militare. Foto 1.   PINK COLOR, perfetto per bionde, brune o castane, il rosa intenso è un motivo di tendenza, bello su giacche, camicie, accessori ma, se nell’abbigliamento vi sembra troppo azzardato, provatelo come lipstick sul total black, magari abbinandolo ad un foulard sullo stesso tono. Foto 2.   BOMBER, giubbini e giubbotti in pelle oppure metal o stile American College Happy Days, perfetto con gonne plissè e con jeans strappati ma anche con pantaloni da smoking per sdrammatizzare il look da sera. Foto 3.   CUISSARDES, ovvero stivali alti sopra il ginocchio, è una vera passione, inoltre allungano e assotigliano visivamente polpacci e caviglie, comodi anche in ufficio con il tacco largo e basso oppure stilosi con il tacco a spillo sul classico tailleur nero, belli anche sopra il jeans aderente o sotto il maxi pull. Foto 4.   OCCHIALI A SPECCHIO, divertenti e attualissimi, sceglieteli nelle varie sfumature specchiate con montature in contrasto o tono su tono, in metallo oppure in legno naturale come quelli che vi propongo nella foto (Vedolegno) grazie a Leonardo Model. Foto 5.   Sono a vostra disposizione per consigli e suggerimenti seguitemi su FB Dina Mazzucato Schiller Fashion Stylist, vi aspetto e vi abbraccioooo!!!...

La nave dell’amore

I soliti spiritosi l’hanno già ribattezzata “Trombonave”. E con questo esplicito nome, che non lascia spazio ad alcun equivoco, ha conquistato fama e visibilità sulle testate online.  Sto parlando della “Desire Cruise”: una vera e propria “crociera del desiderio” riservata agli scambisti e agli appassionati del sesso. Come la mitica “Love Boat” dei famosi telefilm degli anni ‘70 e ‘80, al cui confronto sembrano tuttavia dei documentari per educande.  Già: perché la crociera hot in questione è un’iniziativa veramente seria. Roba da avventurieri con la “A” maiuscola. Con partenza da Venezia il 26 settembre, la nave dell’amore (il transatlantico Azamara Quest) trasporterà i suoi pruriginosi ospiti lungo l’Adriatico toccando i porti di Ravenna, Spalato, Dubrovnik, Zara e Capodistria per poi rientrare a Venezia il 3 ottobre. Mettendo soprattutto, nel menù delle opportunità offerte ai “naviganti”, una grande quantità di pepe. Niente noiosi tornei di carte o scontate serate di ballo di gruppo: vengono organizzate piccanti notti a tema, spazi riservati per scambi di coppia, sale giochi private, party in piscina dall’obiettivo inequivocabile. Qualsiasi cosa, insomma, in grado di elettrizzare l’atmosfera. Gli ospiti avranno quindi licenza di “cuccare”, attenendosi tuttavia al regolamento che, tra le altre cose, stabilisce il fermo divieto a provarci con i membri dell’equipaggio e col personale di bordo. La coraggiosa, ma a quanto pare efficace idea di una crociera per i turisti sessuali è uscita dal cappello a cilindro della Original Group, una società messicana specializzata - guarda caso - in intrattenimento per adulti. Per poter usufruire delle bollenti occasioni che possono nascere sul ponte e tra le cabine della “Trombonave”, tuttavia, i partecipanti alla crociera hanno dovuto mettere copiosamente mano al portafoglio.  Cose del genere, infatti, non costano i proverbiali quattro schei. Già le normali crociere non sono sempre alla portata di tutti, figurarsi una “Desire Cruise” che propone tutti questi “optional” vietati ai minori. Per una traversata di otto giorni nella cabina Club Interior, che è quella (per così dire) economicamente più abbordabile, si arrivano infatti a spendere più di 3.100 dollari. Se poi si vuol salire di ponte e godersi anche la vista sul...

set-17

Il campionato di calcio di serie A è già iniziato nella seconda metà di agosto. Nei bar il lunedì mattina non si parla più di spiagge o di vacanze ma della partita della Juve, del rigore del Milan o dell’ultimo acquisto dell’Inter. È il tipico segnale, nel nostro Paese, che la stagione estiva sta veramente terminando per farci ritornare al tran-tran delle nostre solite abitudini.  Ma una cosa è certa: il rientro alla normalità quotidiana non significa rinunciare al voler sempre dare il meglio di noi stessi mettendo a frutto le energie ricaricate durante l’estate. Siamo anche noi come una squadra di calcio: dobbiamo essere allenati per affrontare le nostre sfide di tutti i giorni, studiare una tattica per vincerle e metterci in azione per prendere i problemi e gli ostacoli in contropiede. Non c’è moviola o “Var” che tenga: non finiremo mai in fuorigioco. E ogni giorno, grazie al nostro impegno e alla nostra voglia di fare, segneremo il nostro gol....

In alcuni casi detrazioni al 70%-75% per le spese dal 10 gennaio 2017 al 31 dicembre 2021

La legge di bilancio 2017 contiene la proroga fino al 31 dicembre 2017 della detrazioneIRPEF/IRES del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Una dellenovità riguarda le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 per gli interventi diriqualificazione energetica che riguardano le parti comuni degli edifici condominiali. In questicasi la detrazione spetta nella misura:- del 70%, nel caso in cui tali lavori interessino l’involucro dell’edificio “con un’incidenzasuperiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo”;- del 75%, se gli interventi sono finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale edestiva e conseguono almeno la qualità media definita dal DM 26 giugno 2015 del Ministerodello Sviluppo economico. Per i sopraelencati interventi il limite massimo di spesa è pari a 40.000 Euro, moltiplicato per ilnumero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.La sussistenza delle condizioni per beneficiare della detrazione nella misura del 70% e 75%deve essere asseverata da professionisti abilitati mediante l’attestazione della prestazioneenergetica degli edifici. Su queste dichiarazioni l’ENEA effettuerà, anche a campione, deicontrolli.Per gli interventi sulle parti comuni di edifici condominiali che consentono un rilevanterisparmio energetico di cui sopra i beneficiari della detrazione possono optare per la cessionedella detrazione ai fornitori che hanno effettuato gli interventi ovvero ad altri soggetti privati,con la facoltà di successiva cessione del credito. La detrazione non può essere ceduta a istituti dicredito o ad intermediari finanziari.Le modalità di attuazione della cessione saranno definite con un provvedimento dell’Agenziadelle Entrate, da adottare entro il 1° marzo 2017.Le detrazioni del 70% e 75% previste per i condomini sono estese agli Istituti Autonomi CasePopolari per interventi su immobili di loro proprietà adibiti ad edilizia residenziale pubblica....

Terrevive in fiera

Il “Mulino TerreVive” è un’azienda dedita al settore del biologico, che macina e produce Pasta Alimentare Biologica al 100% nello stesso stabilimento, per portare la filiera produttiva dei cereali in Veneto al massimo livello di trasparenza.  Perfetto per natura è il grano, perché è in grado di generare la vita, perfetto per concezione è il Nostro Lavoro, perché rispetta il Grano e valorizza la Terra ed i suoi agricoltori. Valorizzazione del territorio, Genuinità alimentare e Conservazione dei valori nutritivi si concretizzano nei nostri prodotti, rivalutando il concetto di Sana Nutrizione e di Filiera Trasparente e Sostenibile. SANA 2017 Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, Bologna Quest’anno saremo presenti alla Fiera “Sana” di Bologna dall’8 all’11 settembre per presentare i nostri prodotti al mondo nel più grande Salone del Biologico e del Naturale. Vieni a trovarci, ci troverete nel Padiglione/Hall 26 Stand C80. I valori e il valore del biologico Settore riservato esclusivamente alle aziende con produzioni alimentari biologiche  e agli altri attori della filiera produttiva del biologico. Tutto il sistema produttivo biologico italiano trova spazio in questo settore della rassegna, storicamente il più ampio e diffuso di SANA e principale palcoscenico del bio del nostro Paese.  Ad aziende produttrici di cibo in tutte le sue forme si affiancano distributori, enti di certificazione, istituzioni, produttori di attrezzature e prodotti per l’agricoltura biologica e l’apicoltura, e di packaging, per il confezionamento dei cibi naturali. Principali merceologie Alimentazione biologica: prodotti alimentari, macchine, attrezzature ed imballaggio per prodotti naturali, attrezzature per l’agricoltura, servizi....

CORRERE  UN DONO

Se sono libero è perché continuo a correre”, disse Jimi Hendrix, uno che con la corsa non centrava mica tanto, ma probabilmente facendo qualche miglio con l’aria tra i capelli ed il battito al cardiopalmo pure lui era riuscito a trasformare quella sensazione in metafora di vita. Eccome se aveva ragione Jimi, la corsa è pura libertà. Dimenticate le corse “obbligate” fatte per restare in forma, per dimagrire, quelle corse che quando parti non vedi già l’ora di essere arrivato, di aver finito perché è troppo difficile. Correte per sentirvi liberi. Magari evitate quelle schifose strade dritte e trafficate da auto e moto, evitate le piste di atletica, quelle lasciatele a chi si vuole “ammalare” di corsa, ed infilatevi in qualche stradina di ghiaia, in mezzo ai campi, oppure raggiungete le colline più vicine o ancora meglio le montagne, dove vince il silenzio, la natura, dove gli unici rumori sono i tuoi passi, il vento che accarezza la tua fronte, il fruscio delle foglie degli alberi, il cinguettio degli uccelli. E non importa quanto forte andate, tenete il vostro passo, guardatevi intorno, e scoprirete che ogni corsa è un dono, un regalo che il nostro corpo fa alla nostra mente. Questo è l’unico segreto per poter correre, correre e correre senza stancarsi mai. Chiaramente il tempo e l’esperienza ti spingerà a cercare nuovi obiettivi, ma se perderai di vista queste cose prima o poi ti stancherai. Correre è fondamentalmente una questione mentale, soprattutto quando vorrai affrontare le grandi distanze. Pensieri di un agosto 2017 un po’ sofferto. Riflessioni che nascono dopo una mezza stagione di gare condite da qualche ritiro che ha contribuito a smontare l’entusiasmo, e riflessioni che si gonfiano ancora di più dopo che esci da una visita di abilitazione sportiva con la peggiore delle notizie: “meglio che blocchi la tua attività sportiva, secondo me non puoi più fare questi sforzi”! Ma chi? io??? Ma come, ho già fatto 2000 km e 100.000 metri di dislivello positivo con questi piedi dal primo gennaio 2017… Ebbene si, questa frase stavolta era toccata sentirla proprio a me. Ovviamente si approfondisce, e si scopre che...

Contributi alle imprese per investimenti nel miglioramento aziendale

Ritieni troppo onerosa la struttura della tua azienda? Sei convinto che con interventi di studio e formazione e la redazione di piani strategici mirati la redditività della tua impresa può essere migliorata? Tutte le imprese con un’unità ubicata in Veneto possono ottenere finanziamenti per attività finalizzate ad incrementare ed ottimizzare la competitività aziendale. Fino al 31 ottobre 2017. Si tratta del cosiddetto piano impresa Inn-FORMATA che si pone l’obiettivo di aumentare le performance aziendali, migliorando le competenze degli addetti impegnati nella regione Veneto attraverso tantissime attività di formazione o spese sostenute dall’impresa a tale fine. Il bando è molto esteso, e prevede finanziamenti in conto capitale per progetti non inferiori ai 20.000 € per tantissimi tipi di attività. Stiamo parlando di contributi a fondo perduto pari al 30% del totale della spesa sostenuta nei più svariati ambiti e settori. Analisi dei costi, miglioramento della redditività ma anche pianificazione strategica ed operativa, sviluppo di nuovi marchi, prodotti servizi e tecnologie, innovazione nel rapporto coi clienti, creazione di nuovi processi produttivi che migliorino la qualità del prodotto finito e i tempi di produzione, investimenti in marketing,  creazione di siti e-commerce: sono solo alcune delle attività che la Regione Veneto ha deciso di sostenere col bando in questione. Se vuoi saperne di più, o rimanere informato su tutte le attività di sostegno e finanziamento alle imprese che settimanalmente sono disponibili, iscriviti alla nostra newsletter o scrivici alla nostra casella di posta....

VENDEMMIA : SE NE PARLAVA GIíó NELL’ ANTICO EGITTO

La vendemmia è sicuramente uno dei momenti più delicati per la riuscita di un buon vino , il resoconto di un’intera annata di lavoro, un patto con la terra : il nostro lavoro in cambio dei suoi frutti. Ed eccoci a settembre che ci porta con il pensiero al periodo festoso della vendemmia, anche se la vendemmia nell’emisfero settentrionale può iniziare fin da luglio e terminare ad ottobre , ma può arrivare fino a dicembre; mentre dall’ altra parte del mondo, nell’emisfero meridionale, inizia a febbraio per terminare ad aprile. La parola vendemmia deriva dal latino tardo vindemia ed è composta dalle parole vinum ( vino ) e demere ( togliere). Della vendemmia si hanno tracce antichissime, addirittura secondo quanto raccontato nella “ Storia della vendemmia “ di Bussi, Lavezzaro, Morando e Sozzani, se ne ritrova traccia diecimila anni fa. Famosissimo il dipinto di una scena di vendemmia ritrovato nell’antico Egitto nella tomba del visir Nakht, che regnava nella Tebe della XVIII dinastia , circa 1425 a.C. Nel VII secolo a.C. il profeta Isaia cita la Festa delle Capanne, costruzioni provvisorie in frasche, allestite in prossimità dei vigneti per le famiglie, che in epoca di vendemmia, soggiornavano in loco proprio per la raccolta. Dal suo racconto si deduce che la fermentazione si effettuava nello stesso vigneto in appositi tini. Nel I secolo a.C. nell’ antica Roma la raccolta avveniva a partire dalla fine di agosto e veniva celebrata con un giorno di festa pubblica, il Vinalia, il 19 agosto. Documenti di quel periodo raccontano che l’uva era raccolta in piccoli canestri e quindi riversata su grandi vasche dove si procedeva alla pigiatura. Dall’Archivio Capitolare della Cattedrale di Mantova redatto da P.Torelli e datato 1186 si ricava un’interessante elenco di termini legati alla vendemmia dell’epoca. L’uva era staccata a mano o con l’aiuto di coltelli e roncole, posta in ceste che venivano poi svuotate nella tina o nei carri su cui vi erano botti, tini e mastelli che trasportavano l’uva al torchio o alla caneva. L’uva poteva anche essere pigiata direttamente in vigna, come a Casale Cerese nel mantovano, dove le caneve per vinificare erano poste...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi