About Us
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipi Suspendisse ultrices hendrerit nunc vitae vel a sodales. Ac lectus vel risus suscipit venenatis. Morbi dignissim mi non dui phaedrum ullamcorper.

Hirtenstraße 19, 10178 Berlin, Germany

+49 30 24041420

ouroffice@any.com

Follow Us

info@comunica-srls.it  –  049 940 2722

Author: Social

L’osteopatia viscerale: i 5 principali disturbi e dolori che puoi curare.

L’osteopatia viscerale, una tipologia specifica di manipolazione, da non confondere con il semplice massaggio viscerale, si occupa della cura e del trattamento di 5 principali disturbi e dolori che possono colpirti. L’osteopata, o il fisioterapista esperto in osteopatia, può utilizzare l’osteopatia viscerale per affrontare molti disturbi e dolori. I 5 principali disturbi e dolori che l’osteopatia viscerale può risolvere sono:       Osteopatia ginecologica e Osteopatia in gravidanza     Trattamento del Reflusso gastroesofageo     Cura delle Aderenze e delle cicatrici attive e patologiche     Trattamento del Colon irritabile e dei sintomi correlati     Manipolazioni viscerali dell’apparato polmonare e cardiaco   Queste ovviamente sono le principali indicazioni, ma ve ne possono essere altre, in base anche alla specializzazione dell’osteopata. L’osteopatia ginecologica e l’osteopatia in gravidanza. L’osteopatia in gravidanza e l’osteopatia ginecologica è un settore di trattamento dove l’osteopata tratta il mal di schiena, il dolore pelvico cronico, le disfunzioni del coccige, il dolore all’osso sacro, anche il forte mal di schiena e il sintomo acuto tramite manipolazioni viscerali, manipolazioni strutturali secondo precisi approcci e tecniche manuali. Anche l’infertilità, sebbene sia un argomento da approfondire è un campo in cui può essere significativo il trattamento osteopatico. Puoi approfondire l’argomento cliccando sulla pagina “Osteopatia in gravidanza e ginecologica.“ Trattamento del Reflusso Gastroesofageo. Il trattamento e la cura del Reflusso Gastroesofageo è una delle principali indicazioni per le manipolazioni viscerali. Diversi studi e ricerche hanno dimostrato che l’azione dell’osteopatia viscerale tramite opportune tecniche specifiche sul diaframma può ottenere numerosi benefici nella tenuta e nella capacità di funzionamento del cardias. Questo consente di avere degli ottimi benefici in tutta la sintomatologia del reflusso gastroesofageo che si presenta spesso con la pirosi, un bruciante dolore localizzato dietro lo sterno, il rigurgito, il dolore alla bocca dello stomaco o retrosternale aggravato da certi movimenti come piegarsi in avanti con la schiena, l’alito acido, il dolore aumentato dalla tosse o dalla espirazione, il singhiozzo e la tosse ricorrente, eruttazioni, nausee e crisi di broncospasmo, infine cefalee. Puoi approfondire l’argomento cliccando sulla pagina “L’Osteopatia come cura del Reflusso Gastroesofageo.” Cura delle Aderenze e delle cicatrici attive e patologiche. Le cicatrici possono risultare essere attive, perturbanti, patologiche o neurologiche, ovvero,...

ILARIA RUSSO

Ilaria Russo abita a Dolo (Venezia), ha 15 anni e frequenta il secondo anno della Scuola Alberghiera. Ama lo sport e la sua preferenza va sicuramente al calcio femminile, da anni si allena e da questa stagione,  è arrivata una grande novità: gioca con il Virtus Padova! Giocare in una buona squadra, richiede trasferte, interviste, relazioni con il pubblico e Ilaria, nonostante la giovane età, ha voluto frequentare qualche lezione presso la Scuola di Portamento e Bon Ton di Padova per prepararsi ad ogni circostanza che richieda un modo corretto di presentarsi, lezioni di Galateo in società e una corretta postura  è quello che ci vuole per non perdere la femminilità nei modi e nel portamento. In questa bella immagine ritratta dal fotografo Carlo Schiller Ilaria trasmette tutta la  grinta e la determinazione a raggiungere il suo sogno: diventare una brava e grande calciatrice!...

NOVEMBRE: GLI IMMANCABILI

Care amiche di People Magazine, vi suggerisco i pezzi chiave per la stagione, forse sono già nel vostro armadio oppure questa potrebbe essere una buona occasione per farsi un piccolo regalo!   IL VELLUTO è tornato di grande attualità, liscio a tinta unita oppure in fantasia è perfetto per le giacche, i tailleur pantaloni oppure le gonne longuette, non rinunciate al piacere di una giacca in velluto blu notte o verde smeraldo bellissima sia con i jeans che con una gonna lunga in seta plissè. Foto 1   COLORE ROSSO mettete addosso pura energia  e scegliete almeno un capo in questo  splendido colore, dal rosso Valentino, al rosso cupo, non rinunciate, è bellissimo anche solo  un dettaglio rosso: cintura, borsa, guanti, cappello…. Gli accessori rossi accenderanno il vostro inverno, naturalmente anche le labbra vanno in tinta esattamente dello stesso tono. Foto 2   ECOPELLICCIA sono tornate, morbide e caldissime, nei colori classici nero, marrone, beige oppure allegre ad effetto shock: giallo, verde, blu, arancio … Ve la propongo in uno splendido colore bluette, come da tendenza ad ampio volume anni 80, decisamente divertente e appariscente. Foto 3   PERSONAL STYLE ormai è tempo di parlare di noi, dedicare maggiore attenzione alle nostre preferenze in fatto di stile, osare e mixare, cambiare e interpretare, il nostro abito deve parlare di noi, della nostra grinta e dei nostri sogni, lasciatevi andare e trasgredite con nuovi look, sperimentate! Foto 4   Ma … non dimenticate mai che un buon portamento fa la differenza in qualsiasi situazione familiare o mondana, denota sicurezza, fiducia, determinazione, autostima! Vi aspetto nella mia Scuola di Portamento e Bon Ton per valorizzare al meglio tutte le vostre capacità e caratteristiche, Vi abbraccio ed auguro a tutti uno splendido novembre...

IL FATITICO BAU

Il fatidico Sì? Nossignori: questa volta vi parlo del fatidico Bau. Non sono in preda ad un momento di follia, ma faccio semplicemente il mio mestiere: quello di raccogliere notizie. Le quali, alle volte, confermano il fatto che la realtà può superare l’immaginazione. È il caso della storia di cui mi occupo in questa occasione. Sto parlando, infatti, di un matrimonio fra cani.  Sì, proprio loro: Fido & Fida, uniti nel vincolo dell’amore dalle famiglie dei rispettivi proprietari. Anzi: Cesare & Camilla, due cocker convolati a nozze nei giorni scorsi in una villa in provincia di Vicenza. La singolare “cerimonia” è stata organizzata da una società di catering di San Zenone degli Ezzelini (Treviso) seguendo quello che - a quanto pare - è un nuovo trend in ascesa. “Abbiamo risposto a una richiesta del pubblico - hanno spiegato gli organizzatori -. A Milano questo genere di cerimonie va alla grande.” Si tratta comunque “di un evento del tutto simbolico, un momento per far stare insieme i padroni e i loro cani”. Funziona così: le nozze ad otto zampe (quattro più quattro) avvengono nel corso di un aperitivo che rappresenta il momento clou della simbolica cerimonia, organizzata su prenotazione. I due novelli “sposi” vengono condotti all’“altare” con l’aiuto di un addestratore specializzato e quindi, sempre simbolicamente, uniti nel sacro vincolo coniugale. Con brindisi e applausi dei rispettivi padroni: ovviamente due famiglie “che già si conoscevano e che portano i rispettivi cani per il piccolo evento”. Per i proprietari, naturalmente, è previsto un servizio di ristorazione a parte. Mentre per i due Lui&Lei con la coda, la casa mette a disposizione un aperitivo “ad hoc” con bocconcini e crocchette a volontà. Si tratta in realtà di un’abile iniziativa della società organizzatrice per promuovere i servizi offerti come catering sia per gli esseri umani che per i cani in occasione dei matrimoni tra persone in carne ed ossa. Compreso pure un servizio di dog sitting durante le feste nuziali “per chi non vuole separarsi dal proprio amico nemmeno nel giorno del Sì”. Davvero della serie: di tutto, di più. La notizia dello sposalizio canino,...

ott-17

Stiamo freschi. Abbiamo trascorso una bella estate torrida, con un sole che spaccava le pietre e adesso le pietre sono ritornate intere e le temperature, di punto in bianco, si sono abbassate. L’autunno sta bussando alla porta e ce lo fa capire chiaramente. Su con le maglie e i giubbotti ripresi dall’armadio e vai col liscio. E adesso che fa più freddo e abbiamo qualche vestito in più addosso, non abbiamo più scuse: basta con la voglia di andare al mare, magari in qualche lido esotico e lontano, e riposarci oltre misura. È il momento di ripartire all’attacco per affrontare con rinnovata energia i nostri impegni e le nostre sfide quotidiane. E se siamo davvero convinti della nostra capacità di essere all’altezza della situazione, impegni e sfide non ci faranno più né caldo né freddo.  ...

L’8¡ FAIR PLAY TORNEO DI CALCIO DELLE FORZE DELL’ORDINE,ARMATE E INTERFORZE

L'8° FAIR PLAY TORNEO DI CALCIO  DELLE FORZE DELL’ORDINE ,ARMATE E INTERFORZE si è volto DOMENICA 17 settembre 2017 ore 9  partite presso gli impianti sportivi quartiere dei Fiori via dei Ciliegi Fontaniva. L’evento è nato 8 anni fa, da un’idea di Franca Lovisetto dell’agenzia E-VENT di Fontaniva che ha voluto mettere insieme le squadre delle Forze dell’Ordine creando un evento sportivo e solidale. Anche quest’anno abbiamo visto il cielo “colorarsi di tricolore”, grazie al passaggio dell’aereo a cura dell’associazione Aeronautica Militare. La giornata è stata allietata dall’incantevole voce di Yulia e dalla bravura del Campione del Mondo di aeromodellismo acrobatico Luca Pescante. L’evento ha visto come partecipanti le squadre rappresentative di CARABINIERI – AERONAUTICA  MILITARE - GUARDIA DI FINANZA -POLIZIA DI STATO -  POLIZIA LOCALE - VIGILI DEL FUOCO  - OCCT. Dopo la benedizione del Cappellano della Polizia di Stato di Alessandria Don Augusto Piccoli e il Saluto del Sindaco di Fontaniva, abbiamo ringraziato per la presenza i rappresentanti delle Squadre di calcio : per i  Carabinieri il Maggiore Saccomanno Giuseppe, per l’Aeronautica militare Luogotenente Dino Carrino e Benincasa Giuseppe e il Maresciallo Paglino Giuseppe, per la Guardia di Finanza il capitano Taverna Giuseppe, per la polizia di Stato Isp. Capo Secco Giampaolo, Sovrintendente Forzan Lorenzo, per la Polizia Locale Istruttore Gledis Sambugaro, per il vigili del Fuoco L’Isp. Capo Baliello Gilberto, per l’Occt il Cav. Damiano Tommasi e l’Olimpionico, Campione del Mondo di Boxe Maurizio Stecca. Ringraziamo per la presenza : William Nardo, Assessore allo Sport di Fontaniva, Diego Galli, Assessore allo Sport di Cittadella, Angelo Petrarolo per il Comune di Istrana. Ringraziamo inoltre : Anc il presidente Pierobon Davide, Anfi Orazio Longo, Anps Isp. Capo Angelo Cucciari, Londei Giampietro ed Enzo Ceci, Giovanni Gelan per Ass. Aeronautica Militare, Ipa il Presidente Bartolomeo Fini, il Presidente Vicario CR Veneto LMD Patrik Pitton, il vice Presidente Aia Marco Scapin e Michele Zeggiato, us Fontanivese San giorno Odone Zorzo, Volley Fontaniva Massimo Michelazzo, Fiamma Fontanivese Orsolan Alessandro, Sos alta Padovana Paolo Pol, il Presidente del Rotary Club di Cittadella Ugo Silvello, In rappresentanza del Comitato della Croce Fiorenzo Tommasi, per...

IVA 10% per gli impianti fotovoltaici

Con la risoluzione 474/E/2016 l’Agenzia delle Entrate aveva risposto ad alcuni quesiti ricevuti sul trattamento Iva da applicare alla fornitura ed istallazione di impianti fotovoltaici ed eolici. In particolare, i quesiti più rilevanti riguardavano: • l’applicazione dell’Iva al 10% al contratto di prestazione d’opera per installare l’impianto e sui beni destinati alla realizzazione dello stesso • l’assoggettamento al meccanismo del reverse charge.  In relazione alla prestazione di installazione dell’impianto l’Agenzia ricorda che il punto 127 - septies, tabella A, parte III, Dpr 633/1972 prevede l’applicazione dell’aliquota IVA 10% alle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto per costruire gli impianti da fonte solare, fotovoltaica ed eolica e che ai subappalti si applica lo stesso trattamento tributario degli appalti, considerato che anch’essi concorrono alla realizzazione dell’opera finale (art. 16, comma 3, Dpr 633/1972: “per le prestazioni di servizi dipendenti da contratti d’opera, di appalto e simili che hanno per oggetto la produzione di beni… l’imposta si applica con la stessa aliquota che sarebbe applicabile in caso di cessione dei beni prodotti…”). L’Agenzia delle Entrate afferma quindi che l’aliquota IVA 10% prevista per le prestazioni di servizi relative a contratti di appalto può essere applicata anche ai contratti d’opera volti a realizzare l’impianto.  Per quanto riguarda l’applicazione dell’IVA 10% alla vendita dei beni necessari alla realizzazione dell’impianto fotovoltaico, l’Agenzia delle Entrate ricorda che l’agevolazione riguarda i “beni finiti” (n. 127-sexies, tabella A, parte III, Dpr 633/1972) cioè beni che non perdono la loro individualità dopo l’impiego (non lo sono quelli che, pur essendo prodotti finiti per il venditore, costituiscono materie prime e semilavorate per l’acquirente , come ad esempio mattoni, mattonelle, …). Ciò premesso, le cessioni relative ai beni finiti, da destinarsi alla costruzione degli impianti fotovoltaici o eolici beneficiano dell’Iva al 10% se l’acquirente rilascia al venditore una dichiarazione per attestare che i beni verranno utilizzati per la realizzazione dell’impianto.  Relativamente all’applicazione del reverse charge al subappalto per la realizzazione dell’impianto, l’Agenzia ricorda i presupposti che devono sussistere: - deve trattarsi di un servizio di installazione dell’impianto fotovoltaico e non di una vendita di beni (i singoli componenti del kit...

FIERA FRANCA DI CITTADELLA

La Fiera Franca di Cittadella, uno degli appuntamenti piu attesi dell’Ottobre Cittadellese e di tutto l’anno, rivive da sempre nella quarta domenica di ottobre e il lunedì seguente. Ha sempre durata di tre giorni e vede migliaia di visitatori che da tutto il territorio della provincia si spostano per parteciparvi.  Le giornate della Fiera sono caratterizzate da esposizioni di prodotti tipici, di artigianato locale, di banconi enogastronomici in tutto il centro storico. Un appuntamento dedicato ai piu piccoli è il lunapark presso gli impianti sportivi. In zona industriale invece è una ricorrenza trovare la fiera del bestiame. Oggi la Fiera del bestiame infatti non si svolge più all’interno del centro storico ma in zona industriale anche se fino a pochi anni fa gli animali occupavano gli spalti ( zone in ghiaino tra le mura e il fossato normalmente adibite a parcheggio auto). Per concludere la Fiera Franca, l’ultima sera molti visitatori, turisti e residenti, non mancano lo spettacolo di luci e musiche sulle mura. Si ammirano i fuochi d’artificio e l’incendio delle mura è imperdibile.  La Fiera Franca ha antiche origini. Risale al 1231, anno in cui Padova decise che i privilegi del mercato di Onara passassero a Cittadella. E anche Venezia, al tempo del suo dominio nella zona, confermò i privilegi della Fiera Franca, cioè una fiera che non richiedeva il pagamento di dazi per entrare e uscire. Nel 1593, con apposito proclama, venivano fissate le zone tipologiche della fiera franca, cioè venivano assegnate le varie zone del centro storico alla vendita dei diversi animali e prodotti agricoli....

LA VISITA MEDICO-SPORTIVA SECONDO FISIOHOME

È risaputo come fare sport abbia notevoli benefici sulla salute delle persone e, fin dall’antichità, gli sportivi sono visti come lo specchio della salute. Tuttavia, lo sport può esporre anche a dei rischi, soprattutto quando la condizione dello sportivo presenta delle controindicazioni alla pratica di un certo tipo di attività fisica. Per queste ragioni in Italia, a tutela della salute degli sportivi è previsto lo svolgimento annuale della visita medico-sportiva. Le finalità di questa visita sono molteplici: • individuare la presenza di potenziali patologie (principalmente di natura cardiovascolare, ma non solo) che possano controindicare l’attività sportiva praticata dal paziente, • individuare e correggere la presenza di alcuni fattori che possano predisporre l’insorgenza di infortuni (es. posture scorrette, problemi articolari, ecc.), • illustrare allo sportivo i benefici per la salute che derivano da un’attività fisica praticata in modo corretto e sicuro. Nel consigliare e nel valutare al meglio il paziente che pratica sport abitualmente o la persona che vuole intraprendere una determinata attività fisica, il medico dello sport tiene conto sia delle caratteristiche della persona che ha di fronte (storia clinica, stato di salute attuale, presenza di fattori di rischio e/o di infortuni, stato di allenamento) sia di quelle dello sport che intende praticare. Al fine di garantire una visita medico-sportiva di alta qualità che consenta alla persona di svolgere la sua attività fisica in piena sicurezza e all’atleta di ottimizzare la stagione agonistica, Polimedica Fisiohome fornisce per questo servizio una STRUMENTAZIONE ALL’AVANGUARDIA utilizzata anche dai migliori club di serie A , e un personale altamente qualificato. In particolare per le attività non agonistiche (es. corsi/sala pesi/crossfit in palestra, corso nuoto, ecc.) la visita comprende misurazione della pressione arteriosa ed elettrocardiogramma a riposo, mentre per quelle agonistiche (es. podismo, ciclismo, calcio, basket, ecc.) sono inclusi anche il test da sforzo al cicloergometro per tutte le età con monitoraggio elettrocardiografico continuo, la spirometria e l’esame urine.  LA NOSTRA MISSION È GARANTIRE UNO STANDARD QUALITATIVO SEMPRE ELEVATO CREANDO UN CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT D’ECCELLENZA A CITTADELLA!...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi